+39 389 9329413‬ rosalba@campaniaviaggi.it

Accedi

Registrati

Dopo aver creato il tuo account potrai gestire tutte le tue prenotazioni, i tuoi pagamenti e le tue ricevute. Potrai inoltre recensire tutti i tour a cui prendi parte.
Username*
Password*
Conferma Passowrd*
Nome*
Cognome*
Data di nascita*
Email*
Telefono*
Nazione*
* Registrandoti al sito accetti Termini e Condizioni e autorizzi al trattamento dei tuoi dati ai sensi dell'art.13 GDPR 679/2016. Vedi la Privacy Policy.
Accetta i termini e condizioni prima di procedere al punto successivo

Sei già registrato?

Accedi
+39 389 9329413‬ rosalba@campaniaviaggi.it

Accedi

Registrati

Dopo aver creato il tuo account potrai gestire tutte le tue prenotazioni, i tuoi pagamenti e le tue ricevute. Potrai inoltre recensire tutti i tour a cui prendi parte.
Username*
Password*
Conferma Passowrd*
Nome*
Cognome*
Data di nascita*
Email*
Telefono*
Nazione*
* Registrandoti al sito accetti Termini e Condizioni e autorizzi al trattamento dei tuoi dati ai sensi dell'art.13 GDPR 679/2016. Vedi la Privacy Policy.
Accetta i termini e condizioni prima di procedere al punto successivo

Sei già registrato?

Accedi
Costo
Da€ 590,00
* Please select all required fields to proceed to the next step.

Prenota ora

Aggiungi ai preferiti

Aggiungere un tour alla lista dei preferiti richiede un account

552

Perche scegliere noi?

  • Prezzi competitivi
  • Assistenza
  • Scelta di attrazioni particolari
  • Assicurazione inclusa

Hai una richiesta?

Non esistare a contattarci per richieste specifiche o dubbi su qualche tappa dei tour.

+39 389 9329413

rosalba@campaniaviaggi.it

Trekking tra Cilento e Costiera Amalfitana

0
  • 8 Giorni
  • Singoli e gruppi (minimo 7 persone)
  • Adatta a tutti
  • Da concordare

Partendo dai percorsi trekking più emozionanti e panoramici della Costiera Amalfitana, passeremo poi ai sentieri del Cilento, a Marina di Camerota, che portano ad una delle aree marine protette di’Italia, Baia degli Infreschi.

Meeting Point

Da concordare

Il prezzo include

  • Mezza pensione in hotel e prima colazione
  • Cena a Postiglione
  • Rientro e gita in barca a Baia degli Infreschi
  • Biglietto ingresso Riserva Statale Valle delle Ferriere
  • Biglietto ingresso Oasi WWF Morigerati
  • Pranzi a sacco
  • Copertura assicurativa

Il prezzo non include

  • Biglietto Sita in costiera
  • Transfer (pulmini privati) in costiera per il secondo e terzo gg
  • Transfer con pulmini in Cilento

Si consiglia

  • K-way
  • Abbigliamento a cipolla
  • Cappellino
  • Borraccia per acqua
  • Costume, infradito e telo mare
  • Bastoni
  • Giacca a vento
  • Felpa
  • Macchina fotografica / Smartphone per foto
  • Scarpe Trekking
  • Scarpe da scoglio (facoltative)
Itinerario

Giorno 1In viaggio verso Agerola

Arrivo e sistemazione in hotel, cena e briefing.

Giorno 2Il Sentiero degli Dei e Positano

7:30 Colazione in hotel, briefing e primo trekking della settimana
13:00 Pranzo al sacco
17:30 Transfer privato (circa 10-15 euro a persona)
20:00 Cena e Briefing

Il Sentiero degli Dei, uno dei percorsi più belli e suggestivi del Sud-Italia, permette agli escursionisti di vedere il “Paradiso” dall’alto. Ci troviamo sulla Costiera Amalfitana e precisamente si tratta di un percorso che parte da Bomerano, frazione di Agerola, e arriva fino alla conosciutissima Positano. Si cammina a circa 500 metri sul mare, tra passaggi rocciosi, macchia mediterranea, boschi di leccio e terrazzamenti ricavati sui ripidi versanti. L’itinerario è immerso nel totale silenzio e nella tranquillità più assoluta, con lo scenario di scorci panoramici spettacolari, e con Capri, l’isola degli innamorati, di fronte. Da quassù il traffico ed i frastuoni della S.S.163 Amalfitana sono solo un ricordo lontano. Il percorso culmina nella bellissima Positano che si caratterizza per la presenza di terrazze panoramiche, di piccole stradine strette e sinuose e di abitazioni arrampicate a mezza costa.

Positano è probabilmente il luogo più antico della Costiera Amalfitana, con insediamenti antropologici che risalgono al Paleolitico superiore. La sua origine si perde tra storia e leggende. Il nome del borgo deriva dal vocabolo fenicio Pesitan, che significa Nettuno, il dio del mare. A rendere famoso ancor di più questo luogo è la “Moda Positano”, sulla base della secolare esperienza della tessitura del lino e della canapa, del ricamo e dell’uncinetto, lanciata negli anni ’60 e fatta di capi unici ed inimitabili.

Lunghezza: 11 km
Dislivello in discesa: 630 metri
Dislivello in salita: 170 metri
Luogo di partenza: Bomerano (Agerola)

Giorno 3Alta Valle delle Ferriere ed Amalfi

7:00 Colazione in hotel, briefing e primo trekking della settimana
07:55 Bus SITA da Bomerano a San Lazzaro (fraz Agerola)
13:00 Pranzo al sacco
17:45 Transfer privato (circa 10-15 euro a persona)
20:00 Cena e Briefing

La Valle delle Ferriere è una Riserva Statale istituita nel 1972 per proteggere specie endemiche come la felce Woodwardia radicans, oppure la schiva Salamandrina Terdigitata. Luogo magico dove si è stabilito un microclima speciale che ospita una vegetazione costituita da popolamenti misti di Ontano e Carpino. Il Vallone delle Ferriere è un percorso che dai Monti Lattari discende verso Amalfi attraversando boschi di felci e costeggiando ruscelli. Il nome deriva dalla presenza di ruderi di ferriere di origine medievale. La zona è anche conosciuta come Vallone dei Mulini per la presenza nella parte finale del percorso di mulini azionati ad acqua che servivano per la produzione della famosa carta di Amalfi.

Il punto di partenza del percorso è la frazione di San Lazzaro (Agerola).

La giornata finirà ad Amalfi dove faremo una passeggiata tra i suggestivi vicoletti e visiteremo il maestoso Duomo.

Versante di salita: San Lazzaro, frazione di Agerola
Dislivello: 860 m (in discesa) e 150 m (in salita)
Difficoltà percorso: media (E – escursionistica)
Lunghezza: circa 11 km

Giorno 4Monte Tre Calli e viaggio in Cilento - Vallo di Diano

7:30 Colazione in hotel, briefing e primo trekking della settimana
08:30 Check-out e sistemazione bagagli su bus
13:00 Pranzo al sacco
16:00 Spostamento verso il Vallo di Diano
19:00 Check-in e sistemazione in hotel
20:00 Cena e Briefing

Il Monte Tre Calli fa parte dei maestosi Monti Lattari, in Costiera Amalfitana. Questo gruppo montuoso è chiamato così perché sulla vetta sono presenti delle piccole cime che ricordano la forma dei “calli”. L’escursione proposta prevede un circuito ad anello che parte dalla piazzetta di Bomerano (fraz. di Agerola) e dopo un’impegnativa salita si giunge nel punto più alto e più panoramico del percorso. Una volta in vetta, a circa 1100 metri, il trekker si troverà davanti ad un’incantevole vista a 360 gradi sul Golfo di Salerno, la Penisola Sorrentina, Capri, la Conca di Agerola e le altre cime dei Monti Lattari. Questa escursione ha la sua principale valenza nella grande panoramicità del percorso. Durante l’iniziale salita al Tre Calli, lo sguardo domina l’intera conca agerolese, la parte orientale della Costiera Amalfitana (suoi monti compresi) ed il Golfo di Salerno, con le sagome dei Monti Picentini, degli Alburni e del Cilento al di là del mare. Giunti in cima si apre, all’improvviso e fantastica, una nuova visuale: Positano e la sua azzurra baia, il piccolo arcipelago de Li Galli, tutta la Penisola Sorrentina (con il suo lato Sud che precipita a mare con spettacolari falesie) e l’isola di Capri coi suoi faraglioni. Napoli è coperta dalla mole del Tre Pizzi, ma dietro le colline di Vico Equense appare Ischia, persa nelle acque del golfo partenopeo.

Lunghezza: 10 km
Dislivello in salita: 800 metri – Dislivello in discesa: 800 metri
Difficoltà: media (E) – Escursionistica

Giorno 5Pozzallo, Cala Bianca e Baia degli Infreschi

7:30 Colazione in hotel, briefing e primo trekking della settimana
08:30 Spostamento verso Marina di Camerota (SA)
13:00 Pranzo al sacco
20:00 Cena e Briefing

L’escursione proposta si svolgerà in uno dei luoghi simbolo della Costa Cilentana: le spiagge di Pozzallo, Cala Bianca e Porto Infreschi, a Marina di Camerota. Tre luoghi di inestimabile bellezza naturalistica e paesaggistica, che, secondo Legambiente, sono le spiagge più belle d’Italia (2013 Cala Bianca, 2014 Porto Infreschi). Vivere questi posti in bassa stagione è un’esperienza più unica che rara. Inoltre, nel periodo del mese di marzo, si può ammirare la fioritura della Primula Palinuri, paleoendemismo e fiore unico al mondo nonché simbolo del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

L’andata sarà a piedi mentre il ritorno è previsto in barca (se le condizioni del mare lo permettono). In tal modo avremo la possibilità di poter vedere da vicino le numerose grotte che caratterizzano questo tratto di costa.

Lunghezza: 7 km
Dislivello in salita: 300 metri – Dislivello in discesa: 300 metri
Difficoltà: facile (E) – Escursionistica  

Giorno 6Monte Panormo (Monti Alburni) e cena in cantina

7:30 Colazione in hotel, briefing e primo trekking della settimana
08:30 Spostamento in pulmino verso Ottati
13:00 Pranzo al sacco
20:00 Cena in cantina a Postiglione (SA)
22:30 Spostamento in pulmino verso l’hotel

Tra le valli dei fiumi Tanagro, Calore e Sele, si estendono da nord-ovest a sud-est i Monti Alburni, con i loro 23 km di lunghezza e 10 km di larghezza. Definiti “Le Dolomiti del Sud”, sono un complesso di bianche rocce calcaree di natura dolomitica, colline e vallate che hanno avuto origine nel mesozoico e che da sempre sono interessate da fenomeni carsici che hanno portato alla formazione delle numerose doline, torri, inghiottitoi, gallerie e grotte spettacolari. La nostra escursione ci porterà alla scoperta della vetta più alta della catena montuosa, il Monte Panormo (1742 m). Il nome Alburni deriva da Monte Alburno, rinominato e meglio conosciuto come Monte Panormo per il bellissimo panorama che ci offre. Dalla gente del luogo, invece, i suoi monti venivano creduti Titani provenienti dall’antistante Mar Tirreno per sfuggire all’ira di Nettuno.

Lunghezza percorso: 7 km (circuito ad anello)
Dislivello in salita: 500 m circa – Dislivello in discesa: 500 m circa
Difficoltà: media (E) – Escursionistica

Giorno 7Il sentiero di San Michele e l’Oasi del Bussento

7:30 Colazione in hotel, briefing e primo trekking della settimana
08:30 Spostamento verso Caselle in Pittari (SA)
13:00 Pranzo al sacco
17:45 Rientro in hotel
20:00 Cena e Briefing

Il percorso proposto per questa giornata parte dal piccolo comune di Caselle in Pittari lungo un antico sentiero sacro dedicato a San Michele e giunge nella paradisiaca Oasi WWF di Morigerati tra muschi secolari e corsi d’acqua limpidissimi. Sulla vetta del Monte Pittari avremo modo di poter entrare all’interno di due piccole grotte che custodiscono l’altare dedicato al santo.

L’Oasi WWF di Morigerati, invece, è un’area protetta che si sviluppa lungo le rive del fiume Bussento ed offre un habitat suggestivo e unico…un paesaggio delle fiabe! L’intera area è caratterizzata da un territorio di circa 607 ettari. Si tratta di un ambiente fluviale dove la macchia mediterranea assume connotati di grande spettacolarità. Il fiume Bussento nasce dal versante meridionale del Monte Cervati e in prossimità di Caselle in Pittari si inabissa in un colossale inghiottitoio per riapparire, a testimonianza dell’articolato carsismo della zona, dopo un percorso sotterraneo di 6 km nelle viscere della terra, proprio sotto l’abitato di Morigerati. L’escursione all’Oasi ci offrirà interessanti spunti paesaggistici con una rigogliosa vegetazione che va a sfiorare il pelo dell’acqua, e con numerose sorgenti e cascate che spuntano lungo le sponde sabbiose ed acciottolate.

Lunghezza percorso: 7 km (Sentiero San Michele) + 6 km (Oasi WWF)
Dislivello in salita: 300 m circa – Dislivello in discesa: 300 m circa (Sentiero San Michele)
Dislivello in salita: 250 m circa – Dislivello in discesa: 250 m circa (Oasi WWF) 

Difficoltà: media (E) – Escursionistica

Giorno 8Saluti e rientro

Colazione in hotel, saluti, check-out e rientro

Mappa
FAQ

Domanda 1

Risposta 1

7 viaggiatori sono interessati a questo tour adesso!